Il Parco della Balossa è ora, a tutti gli effetti, Parco Nord

Il Parco della Balossa è nato come PLIS (Parco Locale di interesse Sovracomunale) nel 2006, ed ha cessato ufficialmente di esistere nel mese di marzo 2016. Infatti, dopo dieci anni dalla sua istituzione, si è finalmente compiuto il progetto per il quale era nato, che consisteva nel creare un unico, grande spazio verde nella zona a settentrione della città di Milano.

Grazie alla delibera del dicembre 2015 si è infatti deciso l’accorpamento tra Parco della Balossa e Parco Nord, che è diventato effettivo in marzo, con grande soddisfazione delle amministrazioni comunali di Cormano e di Novate Milanese. Da questo momento in poi quindi la gestione dei due parchi procederà di pari passo, e le iniziative pensate per l’uno inevitabilmente si ripercuoteranno anche sull’altro, fino a quando si fonderanno non solo amministrativamente, ma anche nell’immaginario dei cittadini. A tale fusione potrebbe dare un impulso definitivo il progetto “RiconnettiMI. Perché un riccio passi per il Nord Milano”, che prevede la costituzione di un corridoio green tra le varie aree naturalistiche del nord della città. Nel frattempo, con l’arrivo della bella stagione, riprendono le attività all’aria aperta che da sempre animano i parchi perirubani della metropoli lombarda. Domenica 10 aprile, ad esempio, si è tenuta la gara podistica “SoloWomenRun”, che per la prima volta si è svolta al Parco Nord e che, visto il successo ottenuto dalla prima edizione, di certo l’anno prossimo coinvolgerà anche il Parco della Balossa. Questo appuntamento ha rappresentato la seconda tappa di questo circuito di corse al femminile organizzato da 42k con l’Asd (Associazione Sportiva Dilettantistica) Bavisela, sotto l’egida di Asi (Associazioni Sportive e Sociali Italiane). A livello locale ha collaborato l’Asd “A piede libero” di Milano. La gara podistica, che si è svolta sia in versione Open (5 chilometri) che Challenge (10 chilometri) ha consentito alle numerose partecipanti di attraversare alcuni degli angoli più suggestivi del Parco Nord. Ad esempio, la gara “Challenge” prevedeva il passaggio accanto alla “montagnetta”, per poi condurre fino alla passerella dedicata a Paolo Foglia. Le concorrenti si sono poi spostante lungo il lago Niguarda, dove la corsa girava per tornare indietro. La gara Open, non competitiva, prevedeva invece l’attraversamento del “Bosco delle famiglie”, donato al parco in occasione della visita di Papa Benedetto XVI nella giornata mondiale delle famiglie. Al nastro di partenza c’era Mister Italia 2015, Andrea Luceri, la cui presenza è sicuramente stata molto apprezzata dalle concorrenti e dalla vincitrice, che è stata premiata dalle sue mani. Ad aggiudicarsi il primo posto sul podio per la corsa Challenge è stata Chiara Alessandra Nichetti, con il tempo di 42.12''; al secondo posto si è classificata Michela Montagner (45'47'') e al terzo Monica Sulligoi (45'55''). Le vincitrici hanno ricevuto in dono la t-shirt Diadora ad edizione limitata, creata appositamente per questo evento, la crema e il rossetto Rougj, gli occhiali da sole SoloWomenRun e la borraccia Fideuram-Filippo Sprizzi. In tutto le partecipanti sono state circa 200. La SoloWomenRun si era svolta in precedenza a Cagliari e dopo Milano, il giorno 30 aprile, sarà a Trieste. Si è trattato di una bella iniziativa che dimostra come i parchi di Milano stiano acquisendo sempre più risonanza anche per ospitare eventi di rilevanza nazionale, e ora che il Parco della Balossa e quello Nord costituiscono un’unica realtà sarà facile farsi conoscere ancora di più.