Il progetto “RiconnettiMi” per creare percorsi verdi tra i parchi di Milano

I parchi dell’hinterland milanese stanno diventando un punto di riferimento sempre più forte e sentito da  parte dei cittadini, e dimostrazione ne è il fatto che si moltiplicano le iniziative al fine di valorizzarli e renderli sempre più eco sostenibili.

L’impegno degli enti istituzionali coinvolti e delle associazioni di volontariato ha lo scopo di creare una rete di interconnessione tra i parchi, in modo tale da istituire un vero e proprio anello verde che cinga la città di Milano, e ne costituisca così il polmone naturale, e la valvola di sfogo ad una realtà urbana spesso opprimente. Uno degli ultimi progetti che stanno portando avanti di comune accordo il Parco Nord e il Parco della Balossa, insieme ai comuni di Cormano e Novate Milanese, si chiama “RiconnettiMi. Perché un riccio passi per il Nord di Milano”. Il progetto è stato concepito e inaugurato nel mese di marzo, ed ora si sta portando avanti una campagna di sensibilizzazione basata sui cosiddetti “bioblitz”. I bioblitz sono escursioni programmate, a cui, prenotandosi, possono partecipare tutti coloro che lo desiderano, che servono ad esplorare e scoprire alcune forme di flora e fauna che popolano i parchi milanesi; ad esempio, il riccio. Il progetto “RiconnettiMi” infatti è nato proprio da questo piccolo e simpatico animaletto. Il riccio molto spesso, attraversando le strade percorse da automobili, perde la vita. Infatti, non è in grado di comprendere che i suoi aculei, purtroppo, non possono difenderlo dalle ruote di un mezzo meccanico. Al fine di salvaguardare il loro benessere e la loro stessa sopravvivenza si è così pensato di creare un percorso verde che consenta ai ricci di passare senza pericolo da un parco all’altro. Nel dettaglio, le strade che si sono ideate sono la Connessione Est-Ovest, che collegherebbe due zone del Parco Nord ora divise dalla Superstrada Milano Meda e dalla Comasina, e la Connessione Nord-Sud. Questa seconda connessione servirebbe ad unire tra di loro diverse piccole aree verdi che si trovano sparse all’interno del Parco Nord, di cui fa parte anche il parco dell’ex ospedale psichiatrico Pini. A beneficiare di questi nuovi percorsi non sarebbero solo i ricci, e tutti gli altri animali che non volano e che spesso restano vittime delle automobili; ma anche le persone stesse, perché si tratterebbe di una pista ciclopedonale da poter percorrere in bicicletta, o a piedi, in totale immersione nella natura. L’entusiasmo che si è creato attorno a “RiconnettiMi” ha permesso di avere già dei risultati concreti. Infatti, sono stati bloccati i lavori di edificazione che erano previsti nella zona di parco Pini dal comune di Milano, e si sono ottenuti dei fondi dalla Fondazione Cariplo. Inoltre, si è avuta anche una grande attenzione mediatica: infatti il progetto è stato presentato anche sul noto programma di Rai Tre “Geo & Geo”, nella puntata dell’11 maggio 2015, ed ha avuto l’appoggio di Mario Platero. Platero è il corrispondente del Sole 24 Ore da New York, il quale ha avallato l’iniziativa paragonandola ad un progetto affine che si sta portando avanti nella città di New York. Quindi, la strada verde salva-ricci, ad oggi, è molto più di un progetto ma una realtà in fieri, mentre proseguono i bioblitz, occasioni imperdibili per conoscere la variegata realtà naturale dei parchi milanesi sotto la guida di personale esperto.